Zazą Ramen noodle bar & restaurant

Dal Giappone senza sushi...

BreraMoscova

Il ristorante giapponese che non c’era a Milano... Qui il ramen, il piatto più popolare in Giappone, viene proposto in una versione nobilitata, rigorosa nell’impostazione e attenta agli ingredienti della cultura gastronomica italiana, selezionati con particolare cura e attenzione alla qualità e alla stagionalità. Su piano strada il bancone apre gradevolmente sull’area delle preparazioni, mentre al piano inferiore la sorpresa è il laboratorio a vista, che prepara ogni giorno il brodo, senza additivi e conservanti, e la pasta fresca, con farina di prima qualità e acqua privata dei sali minerali. Ampia scelta di birre giapponesi e di sakè, e fra i dolci, tutti notevoli, è memorabile il tiramisù Zazà, al tè verde Matcha. Semplicità anche negli interni, dove prevale il legno chiaro e un design essenziale ma accogliente pervaso da luce naturale. I soci Brendan Becht – già chef di fama internazionale ed appassionato di arte contemporanea – e Sumika e Kazumi Ageishi, giapponesi di origine, ma italiani di adozione ormai da anni, hanno ispirato questo concept, sintesi originale delle loro culture.

A Japanese restaurant that missed in Milan... Here ramen, the Japanese most popular dish, is served in a revisited version, with a rigorous concept and great care for quality and seasonality. On the ground floor, the counter looks onto the kitchen while downstairs there’s an amazing view on the workshop where broth is made every day with no additives or preservatives together with fresh pasta made with top quality flour and demineralized water. A huge selection of Japanese beers and sake and a memorable Matcha Tea Zaza Tiramisù among desserts. Interiors are simple, made of bright wood with a linear design yet brightened by natural light. The owners, Brendan Becht – an internationally known chef, fond of contemporary art – and Sumika and Kazumi Ageishi, who were born in Japan but have lived in Italy for many years now, were the inspiration for this concept venue, an original synthesis of their cultures.